Windows 7: sempre la stessa minestra riscaldata

Non avevo grossi dubbi che il rilascio di Windows 7 non avrebbe cambiato nulla. Non si può cambiare in modo radicale la sicurezza di un sistema operativo senza creare grossi problemi di compatibilità con vecchie applicazioni. Così è normale che anche i virus vecchi abbiano una buona compatibilità con Windows 7, talmente buona che facendo un test con 10 virus ne sono risultati pienamente funzionanti 7 (col sistema UAC attivato). I dettagli li trovate qui: http://www.sophos.com/blogs/chetw/g/2009/11/03/windows-7-vulnerable.
Parlando di numeri pare che Windows XP sia ancora a più del 70% di diffusione nel mondo per quanto riguarda i sistemi Windows client. Chissà quando questo 7 prenderà piede in modo prevalente…
Interessante e significativo che nella guerra tra i browser pare che FireFox abbia superato IE6 (http://arstechnica.com/microsoft/news/2009/11/october-2009-browser-stats-firefox-finally-passes-ie6.ars). Mi piacerebbe che tutti gli utenti Windows aggiornassero il proprio browser eliminando IE6 che è da sempre stato un grosso problema per i webmaster, dato che gran parte degli standard moderni non sono supportati e quello che lo è ha un’implementazione a dir poco scadente, costringendo gli sviluppatori web a continui fix e workaround. Per questo e tanti altri motivi è iniziata da tempo la campagna IE6 no more: http://www.ie6nomore.com.


This entry was posted on Wednesday, November 4th, 2009 at 8:29 PM and is filed under microsoft.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.