Mac OS malware fix

Dopo le ammissioni in casa Microsoft riguardanti fix a problemi di sicurezza che vengono silenziosamente aggiunti e quindi non documentati e resi pubblici (http://www.pcworld.com/article/197410/microsoft_official_admits_to_quiet_security_patching.html), anche per Apple è tempo di fix silenziosi a problemi spinosi.
Il recente aggiornamento alla versione 10.6.4 del proprio sistema operativo nasconde un fix per un trojan che si è diffuso solo nel sistema operativo della mela, creando una backdoor e facendo diventare degli zombi tali macchine infette. La notizia viene data da Sophos, un’azienda software che sviluppa sistemi antivirus, mentre non ne è fatta menzione alcuna nell’aggiornamento di sicurezza di Apple.
Il perché di tutta questa segretezza sinceramente mi sfugge e mi preoccupa molto. Apple è una di quelle società che si basa principalmente sull’aspetto esteriore, investendo sulla propria immagine e dei propri prodotti prima ancora delle effettive funzioni e funzionalità degli stessi. È meglio nascondere certe informazioni e far finta di niente piuttosto che informare i propri clienti sui comportamenti corretti da tenere. Ed è proprio grazie a questo comportamento che troviamo nei negozi Apple i commessi (non sono certo degli informatici) che ci dicono che tali sistemi sono esenti dai virus e dai problemi di sicurezza tanto da sconsigliare l’uso di un antivirus (http://www.pcworld.com/article/199299/did_apple_update_macs_malware_protectionbut_not_tell_anyone.html).
Oltre a cercare di capacitarmi di questi comportamenti e di far tenere alta la guardia ai clienti Mac, nel frattempo dovrò dedicarmi ad un server Apple Intel che venerdì scorso ha ben pensato di guastarsi intorno alle 18, facendomi concludere in bellezza una lunga settimana lavorativa. Oltre ai costi proibitivi per queste macchine rispetto a server della stessa fascia ma senza una mela disegnata sopra, è probabile che per una riparazione o sostituzione debba aspettare quasi un mese: almeno questo è il tempo che ho dovuto aspettare in passato. Sarà perché Apple non riesce a vendere neanche 400 unità server all’anno in tutta Italia?


This entry was posted on Sunday, June 20th, 2010 at 9:43 PM and is filed under apple, microsoft, security.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.